Iena ridens

silvio-berlusconi-santo.jpgLa voglia sarebbe di smetterla di parlare di Berlusconi che ci ha stancato, ci ha depresso e che ci ha disgustato sia come politico (sic.! ) che come persona, ma le sue continue apparizioni televisive come unico e continuo protagonista di questa campagna elettorale unite al timore, quasi un terrore sotterraneo, di vederlo trionfare ancora una volta carpendo la fiducia e soprattutto la dabbenaggine degli elettori, ci spingono a farlo ancora una volta per puntualizzare la realta’ delle sue responsabilita’, delle sue menzogne, della sua malafede e della sua amoralita’ di fondo che e’ la molla che determina il suo “modus operandi”

e che gli suggerisce tutte le strategie che egli attua per vincere e raggiungere ancora quel potere che gli permettera’ poi di farsi gli affaracci suoi anche se essi non coincidono, ma anzi confliggono con quelli dei Cittadini e del Paese! Riformare la magistratura, ridurre drasticamete le intercettazioni telefoniche ( che sono a volte l’unico strumento per indagare su delitti gravi e sulla corruzione.. ), tarpare le ali ai controlli fiscali che, secondo lui “debbono essere fatti in modo liberale e non poliziesco” anche se non si riesca a capire perche’ un controllo su un reato come l’evasione fiscale non debba essere fatto in modo poliziesco..; questi sono i punti salienti del programma del prossimo eventuale governo Berlusconi. Berlusconi afferma continuamente che sono necessarie riforme sostanziali sia all’architettura dello stato ( giustizia, costituzione, suddivisione dei poteri, ecc ) che alle strutture amministrative ed alla revisione della spesa pubblica e lo ha ribadito ancora nell’intervista al Telegiornale di Sky del 02-01-13, ma si dimentica di dire che egli e’ stato al governo del Paese per circa 20 anni con maggioranze assolute e non ha pensato a fare le riforme necessarie, ma si e’ limitato ad umiliare il parlamento facendogli votare delle indegne leggi “ad personam” scritte solamente per favorire le sue aziende e soprattutto per tenere lui fuori dal carcere per i reati comuni che aveva commesso infischiandosi della legge, della giustizia e degli interessi della nazione! Per il resto, il suo disinteresse e’ documentato dalla completa mancanza di quelle riforme che pure aveva promesso per carpire il voto degli ingenui e dei creduloni! Berlusconi aveva promesso un milione e mezzo di nuovi posti di lavoro ed il risultato e’ di una disoccupazione aumentata, di aziende in difficolta’ o chiuse o delocalizzate all’estero a causa delle difficolta’ di produrre in Italia. Sempre a causa delle mancate riforme, sotto il suo governo sono sempre piu’ diminuiti gli investimenti esteri in Italia a causa sia delle difficoltà di ordine burocratico e legale e sia per la crescente inaffidabilita’ di un governo da operetta il che ha prodotto uleriore disoccupazione e perdita di produzione di ricchezza. Sotto i governi di Berlusconi, ed a causa dei suoi indegni, immorali e ridicoli comportamenti sia come capo del governo che come persona, l’Italia e’ diventata la barzelletta dell’Europa e del mondo facendo scendere la sua credibilita’ ed il suo decoro a livelli mai toccati in tutta la sua storia con danni d’immagine e concreti difficilmente misurabili, ma senza dubbio ingentissimi! Sulla sua amoralita’ e sulla sua abitudine alla menzogna piu’ crassa e piu’ spudorata, riportiamo un esempio su tanti ( ma ciascun lettore potrebbe citarne altri a centiania.. ). Sempre nell’intervisya a sky del 02-01-12, ad una precisa domanda dell’intervistatore, Berlusconi ha affermato che MAI egli ha giustificato, per nessun motivo, l’evasione fiscale. Ebbene: Nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi, il 17 febbraio di quell’anno ( 2004 ), il presidente del Consiglio afferma testualmente: ”Se si chiede una pressione del 50% ognuno si sentirà moralmente autorizzato ad evadere”. Se qualcuno pensa che la notizia sia un falso inteso a denigrare Berlusconi, vada su internet, sul sito: http://www.repubblica.it/ politica/2010/06/02/news/ le_frasi_di_berlusconi_sull _evasione _ fiscale 4511069/  E sentira’ dalla viva voce di Berlusconi le parole sopra riportate tra virgolette il che da, una volta di piu’ al personaggio, la patente di bugiardo patentato..!! Quanto poi al cinismo amorale che lo caratterizza, sarebbe sufficiente constatare la spregiudicatezza con la quale in queste ultime settimane ha detto di tutto ed il suo contrario su Mario Monti che, al di la del nostro giudizio complessivamente negativo, e’ stato per Berlusconi prima il personaggio meritevole ed ideale per guidare i “moderati” di ogni schieramento ( purche’ sotto l’egida del PDL e di Berlusconi stesso.. ) e poi, a rifiuto avvenuto, e’ diventato il rovina famiglie, il Satana, il mostro che ha condotto l’Italia alla rovina e la “ruota di scorta dei comunisti …” Ma la chiave di lettura generale del suo comportamento e’ quella che giustifica, nel suo universo amorale, ogni menzogna, ogni sotterfugio, ogni diffamazione, ogni tattica spregiudicata pur di ottenere un guadagno, un vantaggio, una affermazione. Il tutto avulso completamente da ogni regola morale e da ogni parvenza di decoro, di dignita’ e di correttezza! Lo ha dimostrato in anni ed anni sia nei suoi comportamenti privati che in quelli degli affari che come guida del Paese! Non permettiamogli piu’ di nuocere al Paese e cacciamolo nel limbo di una tale sconfitta elettorale da fargli rendere conto che i tempi delle menzogne e degli ingfanni sono finiti per sempre ..!!

 

Alessandro Mezzano

Iena ridensultima modifica: 2013-01-05T22:25:00+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo