UN VAFFA AI GUFI DELLA POLITICA

image001.gifQuesta sera in TV, uno dei soliti vecchi gufi ammuffiti e rincoglioniti, un commentatore politico  di cui non ricordiamo ne’ ci interessa il nome, incancrenito nei soliti vecchi schemi delle cosche partitiche si e’ scagliato inferocito contro una delle proposte di Beppe Grillo e cioe’ contro quella, che non conoscevamo ancora, che vorrebbe abolire l’articolo 67 della costituzione, quello che recita:
 « Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato »

A parte il fatto che tale articolo non e’ stato mai rispettato nel significato originale che voleva semplicemente svincolare dalle segreterie dei partiti l’azione dei parlamentari mentre invece le stesse segreterie hanno SEMPRE preteso la disciplina di partito, a noi sembra che in mancanza di un altro articolo che tuteli il rispetto del mandato degli elettori che hanno eletto quel parlamentare, l’articolo 67, nella attuazione pratica, permetta una vera e propria truffa nei confronti dei cittadini.

 Se difatti un parlamentare che riceve il suo mandato in base a quanto, in campagna elettorale,  ha detto di volere realizzare, cambia “casacca” e si arruola in un gruppo che ha tutt’altri progetti, pur essendo liberissimo di cambiare opinione, dovrebbe, a nostro giudizio, dimettersi e ripresentarsi all’elettorato per giocarsi il rinnovo del suo mandato sulla base delle sue nuove convinzioni.

In caso contrario il suo agire in modo diverso o contrario a quello per il quale era stato eletto, rappresenta non una liberta’, ma un frode!

L’incavolatura di quel vecchio gufo, risponde invece alla logica delle vecchia politica dei partiti, della quale abbiamo le tasche piene, che, in ultima analisi, se ne frega dei cittadini e della sovranita’ popolare sancita dalla costituzione e che, una volta ottenuto il potere non lo usa in coerenza al mandato ricevuto, ma solamente per i propri interessi di cosca..!!

Evidentemente il seguire solo vecchi schemi senza ragionare nel merito ha atrofizzato le capacita’ mentali della vecchia politica che adesso si trova in difficolta’ quando deve confrontarsi con qualche cosa di nuovo che esce da quegli schemi ingessati.

Anche il cervello, come i muscoli, ha bisogno di esercitarsi per mantenere le proprie capacita’ ed e’ per questo che la vecchia politica non riesce a capire che tutto intorno sta cambiando e che o ci si adatta al cambiamento e si riprende il cammino per nuove strade  oppure si e’ destinati all’estinzione..!

 Se non ci facesse schifo, la vecchia politica ci farebbe pena..!

Alessandro Mezzano

UN VAFFA AI GUFI DELLA POLITICAultima modifica: 2013-03-05T08:10:00+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo