IMPARIAMO DAI CANARINI

image001Fino a 60 anni fa le isole Canarie erano poco conosciute e gli abitanti facevano la fame vivendo di pesca, di pastorizia e di coltura delle banane e di emigrazione in Venezuela.

I paesini lungo le coste erano fatti di poche case attorno al porto di pescatori e quelli dell’interno non erano molto meglio.

Le uniche cittá a Tenerife erano Santa Cruz, Puerto de la Cruz e Icod de los vinos  dove si producevano un paio di vini locali.

Poi, in anni piú recenti, è arrivato il turismo e specialmente quello invernale dato che l’arcipelago gode di un clima particolarmente gradevole ed anche in inverno le temperature sono tali da potere girare in pantaloni corti e camicetta.

Oltre al clima le isole canarie non hanno altri particolari pregi.

Non preziose pere d’arte nei musei, non antichitá storiche, non una tradizione culturale tale da porle all’attenzione di un turismo dotto ..!

Peró i Canarini hanno avuto l’intelligenza, la capacitá, la costanza e l’operositá di organizzarsi, di strutturare, di costruire in poco tempo tutto quanto era necessario per uno sviluppo del turismo che difatti è decollato con un incremento incessante che ancora continua.

Tutte le isole hanno un aeroporto e Tenerife, la piú grande, ne ha due.

Ospedali e cliniche molto efficienti, universitá con specializzazioni in turismo, autostrade, alberghi mediamente di grande qualitá, residence, negozi, supermercati,.

Hanno costruito spiagge grandissime dove erano rive di scogli.

Hanno creato strutture per l’assistenza agli stranieri, hanno costruito teatri con eventi quasi quotidiani e soprattutto hanno impostato un rapporto economico molto conveniente perché i prezzi NON sono, come purtroppo accade in Italia, prezzi da rapina, ma sono pittosto contenuti sia nei ristoranti, che nei locali pubblici che nei negozi ( il costo quotidiano della vita, anche nei luoghi di maggiore frequentazione turistica,  si puó considerare di almeno un 20% inferiore a quello italiano ).

Tutto questo ha portato ai cittadini un notevole progresso economico ed il benessere è abbastanza diffuso.

Insomma i canarini hanno saputo allevare e sviluppare la mucca che dá il latte anziché, come è successo da noi, farla morire per eccesso di mungitura ..!!!

Se i Canarini che, come attrattiva turistica, hanno SOLAMENTE il clima hanno saputo raggiungere quei risultati, noi italiani che possediamo il 70% del patrimonio artistico di tutto il mondo, che abbiamo siti archeologici di una preziositá unica, che abbiamo, dal nord al sud, una paesaggistica che tutto il mondo ci invidia, che abbiamo una cucina di altissima classe e di grande varietá, dovremmo essere in assoluto i primo della classe e d invece siamo quasi in fondo alla classifica quasi fossimo un Paese del terzo mondo ..!!

Non serve dilungarsi di piú!

I fatti sono di tale evidenza che si commentano da soli..!!!

Colpa degli Italiani?

Senza alcun dubbio SI!!

Ma anche colpa di una classe politica che al solito chiacchera, chiacchera, ma NON combina MAI nulla di concreto e di positivo per il Paese e che si trastulla invece a fare giochini di potere, alleanze e lotte intestine senza SAPERE badare alla sostanza..!!

E’ giunta l’ora di liberarcene…!!!!

 Alessandro Mezzano

IMPARIAMO DAI CANARINIultima modifica: 2017-03-10T20:31:03+01:00da ereticus3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento